La cessione del quinto si rinnova. E cresce del 7,3% - Mutui, la direttiva UE cambia il lavoro dei mediatori creditizi. Ecco come e perché - Aumenta la richiesta di prestiti personali: i principali utilizzi. La ripresa della concessione dei prestiti nel 2015 - Mutui febbraio 2016: incentivi casa con il leasing, quale conviene? - Aumenta l’offerta di mutui e calano gli spread: «prezzo del fisso» dimezzato nel 2015 - Crif: domande per il finanziamento all’impresa in crescita dell’8,1% - Mutui immobiliari ipotecari, arrivano regole europee - Mutui sempre più convenienti, aumentano le richieste in Sicilia - Credito ai consumatori per beni immobili residenziali, agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi: approvato in esame preliminare il nuovo decreto legislativo - Cosa sono i mutui 100% e con quali garanzie si richiedono

Sospensione Mutui: attenzione al calcolo degli interessi!!!

In questi ultimi anni sono state varate varie leggi che riguardano la sospensione del pagamento delle rate del mutuo, però nessuna di queste chiarisce con esattezza come devono essere calcolati gli interessi delle rate sospese alla ripresa regolare dei pagamenti, lasciando libere le banche di interpretare come meglio credono le normative e chiaramente sempre a loro favore.Fortunatamente grazie a una recente decisione dell’ ABF (arbitro bancario finanziario), presa in seguito a un ricorso effettuato da un mutuatario che riteneva errato il calcolo degli interessi nel periodo di sospensione del mutuo, siamo finalmente riusciti a fare chiarezza su questo fondamentale argomento: in caso di sospensione del mutuo secondo le normative del Fondo di solidarietà, del Piano Famiglie, o delle sospensioni disposte per legge come quelle per il terremoto dell’Abruzzo, o dell’Emilia, gli interessi vanno calcolati esclusivamente sulle quote capitale delle rate sospese e non sull’intero capitale residuo.

Ricordo brevemente quali sono le normative che riguardano la sospensione dei mutui:

- Fondo di solidarietà che prevede l’intervento della Consap (per i casi di morte, handicap grave o condizione di non autosufficienza, perdita del posto di lavoro a tempo determinato o indeterminato o dei rapporti lavorativi);

- Piano famiglie, frutto di un accordo tra l’Abi e le associazioni dei consumatori, rinnovato nel 2013 per la quinta volta consecutiva (per i casi di morte, perdita dell’occupazione, insorgenza di condizioni di non autosufficienza, ingresso in cassa integrazione);

- Sospensioni disposte per legge come è accaduto a seguito del grave sisma che ha colpito l’Abruzzo il 6 aprile 2009 (articolo 5, comma 3, Dl 39/2009, convertito dalla legge 77/2009) o il terremoto dell’Emilia (articolo 9, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212)

Vediamo come si sono svolti i fatti e quali sono le conclusioni dell’ABF nella Decisione N. 3257 del 14 giugno 2013 del collegio di Roma.

Un mutuatario dell’Aquila in seguito al terremoto aprile 2009, decide di sospendere il pagamento delle rate del mutuo ventennale di 60.000 euro a tasso fisso del 4,59% in virtù del d.l. n. 39/2009, conv. in l. 2009, n. 77. Il mutuo rimane sospeso grazie anche alle proroghe decise dal governo fino al 05/07/2010, alla ripresa dei pagamenti regolari delle rate la banca gli comunica che avrebbero prelevato gli interessi maturati nel periodo di sospensione, quantificati in euro 2.481,03 che corrisponde all’interesse contrattuale (4,59%), applicato al capitale residuo (che risultava essere di euro 46.330,66).

In pratica a fronte della sospensione del pagamento di rate per euro 5.355,00, il mutuatario si vede chiedere 2.481 euro di interesse.

Il mutuatario sostiene di non essere stato messo al corrente che nel periodo di sospensione sarebbero maturati gli interessi sull’intero capitale residuo e che se lo avesse saputo avrebbe rinunciato alla sospensione del mutuo e avrebbe chiesto un prestito di 5000 euro ad un’altra banca.

La banca ovviamente fa tutte le sue obiezioni ma l’ABF accoglie il ricorso e si trova a dover dare una risposta ai seguenti questiti:

 A cui ABF risponde e stabilisce in questo modo:

Riguardo al punto a), è chiaro che sulle somme non ancora riscosse la banca ha tutto il diritto di richiedere gli interessi se la legge non dice niente in contrario, ne si può contestare il fatto che la banca non abbia comunicato al cliente che avrebbe dovuto comunque pagare gli interessi, tranne forse una mancanza di trasparenza.

Quanto alla questione b), poichè gli interessi “di sospensione” vengono aggiunti a quelli contrattuali già calcolati nell’importo complessivo delle rate in cui la restituzione del mutuo era stata suddivisa secondo il piano di ammortamento, fa sì che essi debbano essere calcolati sull’importo delle sole rate venute a scadenza nel periodo di spensione e non sull’intero capitale residuo, come invece vorrebbe la banca. Le rate sospese sono, infatti, collocate in coda al piano di ammortamento, che così si prolunga per una durata corrispondente. E’ vero ciò che argomenta la banca sulla propria necessità, di fronte all’allungamento dei tempi di rimborso del mutuo, di affrontare costi ulteriori di rifinanziamento, ma questi non possono, appunto, che riguardare le rate soggette a detto allungamento.

Quanto alla questione c), il Collegio ha deciso che non essendo il mancato pagamento delle rate riferibile ad un inadempimento del mutuatario, l’interesse di sospensione dovrà essere calcolato sulla sola quota capitale delle rate interessate.

Nel caso in esame, alla luce di quanto deciso dal Collegio dell’ ABF, calcolando gli interessi sulle sole quote capitale non pagate nel periodo di 14 mesi di sospensione del mutuo, il mutuatario è tenuto a versare alla banca circa 84 euro di interessi, che è una cifra ben lontana dai 2.481 richiesti

 In conclusione consiglio a tutti coloro che hanno usufruito o stanno usufruendo della sospensione delle rate del mutuo, di verificare se gli interessi che vi vengono addebitati in seguito alla sospensione sono stati calcolati tenendo conto solo delle quote capitale delle rate sospese o se al contrario vi sono stati calcolati tenendo conto dell’intero capitale residuo. Nel caso non siano stati calcolati correttamente vi invito ad effettuare un reclamo scritto alla vostra banca nel quale richiedete il ricalcolo degli interessi dovuti secondo la Decisione N. 3257 del 14 giugno 2013 del collegio di Roma dell’ABF.

Fonte: Aiutomutuo

  • La cessione del quinto si rinnova. E cresce del 7,3%
  • Aumenta l’offerta di mutui e calano gli spread: «prezzo del fisso» dimezzato nel 2015
  • Aumenta la richiesta di prestiti personali: i principali utilizzi. La ripresa della concessione dei prestiti nel 2015
  • Mutui, la direttiva UE cambia il lavoro dei mediatori creditizi. Ecco come e perché
  • Mutui febbraio 2016: incentivi casa con il leasing, quale conviene?
  • Mutui sempre più convenienti, aumentano le richieste in Sicilia
  • Credito ai consumatori per beni immobili residenziali, agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi: approvato in esame preliminare il nuovo decreto legislativo
  • La cessione del quinto si rinnova. E cresce del 7,3%

    Cessione del quinto da prodotto di serie B a scelta di serie A. Ne è prova la crescita del 7,3% anno su anno registrata lo scorso 30 novembre. Negli anni successivi alla crisi economica americana dei mutui subprime e alle difficoltà dell’Eurozona seguite al default greco, il settore dei prestiti ha subito una frenata consistente, rialzando la testa solo sul finire del 2015. In particolare, il ...

    Tag: cessione-del-quinto, inpdap, inps, rinnovo

    Aumenta l’offerta di mutui e calano gli spread: «prezzo del fisso» dimezzato nel 2015

    Crescono le erogazioni delle banche e gli spread continuano a calare: per il tasso fisso si sono praticamente dimezzati nel corso del 2015 . «Si chiude un anno caratterizzato da dinamiche di offerta del credito da parte del sistema bancario quanto mai favorevoli per privati e famiglie – si legge nella “Bussola” sul Iv trimestre dell’anno scorso anticipata a Casa24 Plus da Crif e Mutuisupe...

    Tag: mutui, spread, tassi

    Aumenta la richiesta di prestiti personali: i principali utilizzi. La ripresa della concessione dei prestiti nel 2015

    Anche i dati di Bankitalia confermano il trend positivo con un +0,8% solo nel mese di novembre 2015 per i prestiti alle famiglie e un +0,2% per le imprese. L'importo medio richiesto dalle famiglie è stato leggermente più alto rispetto al 2014 ed è pari a 11.470, euro con una durata che arriva a 60 mesi. I prestiti invece sono compresi tra 5 mila e 10 mila euro. I richiedenti di prestiti e fi...

    Tag: aumento, banca-ditalia, erogazioni, prestiti

    Mutui, la direttiva UE cambia il lavoro dei mediatori creditizi. Ecco come e perché

    La recente approvazione del decreto per il recepimento della direttiva europea sui contratti di mutuo apre nuove opportunità di tutela dei consumatori e sottopone gli intermediari creditizi a una serie di doveri: principalmente diligenza, correttezza, trasparenza e attenzione ai diritti e agli interessi dei consumatori. Un'esigenza particolarmente sentita in un mercato in forte espansione. Nell...

    Tag: direttiva-europea, mercato-credito, mutui

    Mutui febbraio 2016: incentivi casa con il leasing, quale conviene?

    Mutuo o leasing, quale conviene di più per acquistare casa? Con la diminuzione dei tassi fissi e variabili degli ultimi tempi, i mutui hanno ripreso grande vigore nel mercato immobiliare, ma le ultime novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016 sul leasing, soprattutto per i giovani under 35, necessitano di un approfondito calcolo per scegliere la soluzione più vantaggiosa. Con il leas...

    Tag: leasing, maxirata, mutui, rata, tassi

    Mutui sempre più convenienti, aumentano le richieste in Sicilia

    Ottime notizie quelle diffuse in queste ore dalla Crif, per quel che riguarda l’erogazione di mutui bancari. L’anno appena trascorso, infatti, ha segnato un deciso cambio di rotta rispetto all’ultimo triennio, facendo registrare un incremento delle richieste del 39% circa. Gran parte del merito si deve ai tassi di interesse che, grazie ai cali degli ultimi 12 mesi, risultano essere sempre pi...

    Tag: credito, mutui

    Credito ai consumatori per beni immobili residenziali, agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi: approvato in esame preliminare il nuovo decreto legislativo

    Il Consiglio dei Ministri n. 101 del 21 gennaio 2016 ha approvato in esame preliminare il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/17/UE, in merito ai contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali nonché modifiche e integrazioni del titolo VI-bis del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385 sulla disciplina degli agenti in attività finanziaria e de...

    Tag: banche, credito, diritto-bancario

    Mutui casa. Il 14% sottoscritti da cittadini stranieri, romeni in testa

    Vivono e lavorano in Italia, qui crescono i loro figli, qui costruiscono il loro futuro. Normale che, dopo anni passati a pagare l’affitto, anche gli immigrati decidano di fare un mutuo e comprare casa.  Lo scorso anno il 13,6% dei mutui è stato concesso a cittadini stranieri in Italia, che una volta su due hanno scelto la formula del tasso fisso. Mutui lunghi, intorno ai 25 anni, pe...

    Tag: credito, finanziamenti, italia, mutui, stranieri

    Crif: domande per il finanziamento all’impresa in crescita dell’8,1%

    Sono cresciute dell’8,1% le domande di finanziamento presentate dalle imprese italiane, nell’aggregato di ditte individuali e società. L’incremento nell’intero 2015 raggiunge così un +4,5% rispetto all’anno precedente. Si tratta non solo della migliore performance dell’anno appena concluso ma, in termini assoluti, del trimestre che ha fatto registrare il maggior numero di richiest...

    Tag: crescita, imprese, mutui

    Cosa sono i mutui 100% e con quali garanzie si richiedono

    Cosa sono i mutui 100%? Sicuramente non se ne sente molto parlare, ma sono un’opportunità di finanziamento molto utile, perché permettono di coprire interamente il costo dell’immobile. Per permettere questa soluzione, gli Istituti di Credito richiedono maggiori garanzie: i mutui 100%, dal momento che permettono di ottenere l’importo utile a coprire interamente il costo dell’immobile, pr...

    Tag: 100, banche, mutui

    Una legge in fatto di mutui per tutelare i clienti, non più costretti a piegarsi alle logiche di profitto degli istituti bancari

    Negli ultimi tempi, le regole in fatto di mutui sono cambiate. Gli istituti bancari, infatti, non possono più costringere i propri clienti a sottoscrivere una polizza assicurativa sulla vita o una polizza danni a seguito della concessione di un mutuo. Peraltro, a tale riguardo è interessante riflettere i merito al fatto che tali prodotti assicurativi venivano venduti direttamente dalle banche. S...

    Tag: assicurazioni, banche, mutui

    Nuove regole sui mutui: maggiore trasparenza e più tutele per i consumatori

    Con l'approvazione del decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/17/Ue, il governo ha fatto un passo importante verso il recepimento di una normativa che cambierà il mondo dei mutui, garantendo maggiore trasparenza e più tutele per i consumatori. Pausa di riflessione prima della firma Tra le principali novità della direttiva Med (Mortgage credit directive) c'è sicuramente...

    Tag: bamnche, europaea, mutui, normativa

    Mutui, le banche temono le surroghe e ora offrono spread sul fisso più bassi del variabile. Che fare?

    Osservando ai raggi x le nuove offerte di mutuo (sia per l’acquisto di una nuova casa che per la surroga) emerge un dato inequivocabile: in questo momento le banche stanno applicando sui mutui a tasso fisso degli spread più bassi, anche di 60 punti base (0,6%) rispetto agli spread applicati sui mutui a tasso variabile. Si tratta di un primato assoluto dai tempi dell’introduzione dell’euro, ...

    Tag: banche, mutui, spread

    Mutui immobiliari ipotecari, arrivano regole europee

    Il Consiglio dei Ministri n.101, del 20 gennaio 2016, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro dell’economia e delle finanze Pietro Carlo Padoan, ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2014/17/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 febbraio 2014, in merito ai contratti di credito ai consumatori relativi a beni immo...

    Tag: credito, europa, mutui, regole

    Nuove imprese, finanziamenti a tasso zero per donne e giovani che si mettono in proprio

    Arrivano gli incentivi di Invitalia rivolti ai giovani e alle donne che vogliono avviare micro e piccole imprese. Dal 13 gennaio è attiva infatti la misura “Nuove imprese a tasso zero”, con cui l'Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, di proprietà del Ministero dell'Economia, mette a disposizione un totale di 50 milioni di euro per finanziare a t...

    Tag: banche, imprese, mutui, pmi

    Banche, Abi: sofferenze novembre ai massimi dal 1996. Tassi mutui in discesa

    Le sofferenze bancarie tornano a crescere e toccano nuovi record. Lo scrive l'Abi (Associazione Bancaria Italiana) secondo cui i crediti erogati dalle banche a soggetti che sono diventati insolventi sono aumentati nonostante la crisi. A novembre, secondo il rapporto mensile dell’Abi, le sofferenze lorde sono state pari a 201,028 miliardi, in risalita dopo essere scese a 199 miliardi a ottobre. I...

    Tag: abi, mutui, tassi

    Assicurazioni, ecco che cosa cambia con l'arrivo di Solvency II

    Il 1° gennaio scorso Solvency II, il nuovo regime di vigilanza prudenziale per il settore assicurativo, è entrato in vigore in tutti i Paesi dell’Unione europea. Si è trattato di un momento lungamente atteso, a conclusione di un iter normativo che è durato all’incirca 15 anni, vista la complessità della riforma e la necessità di adattare il progetto strada facendo, alla luce delle due ...

    Tag: assicurazioni, ii, solvency

    Istat: è boom di compravendite nel terzo trimestre, +29,2% i mutui

    Sul mercato immobiliare gli scambi sembrano da record. L’Istat conferma la rimonta del mattone, dopo i risultati positivi già ottenuti nel secondo trimestre e le ultime cifre diffuse dall’Osservatorio sul mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, con le compravendite di abitazioni a più 10,8%.  L’Istat certifica che la crescita delle c...

    Tag: compravendite, mutui, percentuali, tassi

    Mutui tasso variabile o fisso 2016?

    La situazione economica italiana, e in particolare del mercato immobiliare, sembra essere effettivamente in ripresa. Un dato inconfutabile che trova conferma nel netto aumento di mutui che sono stati stipulati in Italia negli ultimi mesi. Questo significa che un numero sempre maggiore di italiani si presenta in Banca oppure in un qualsiasi Istituto di Credito, per richiedere un mutuo allo scopo di...

    Tag: credito, mutui, taeg, tan, tassi

    Tassi ancora bassi, le surroghe sui mutui portano risparmi

    A dicembre 2015 tassi ancora al minimo. «Molti mutuatari sono soddisfatti: nel corso del 2015 hanno “surrogato” eludendo il tasso floor ed i risparmi sono stati notevoli», afferma Walther Andreaus, direttore del Centro tutela consumatori utenti (Ctcu) di Trento e Bolzano. Potenziali risparmi sugli interessi anche nell’ordine di decine di migliaia di euro. Il Ctcu ha fatto un nuovo confron...

    Tag: fisso, mutui, surrighe, tassi

    Mutui, cosa riserva il nuovo anno

    Tirano le somme di un anno di finanziamenti alla casa Assofin, Crif e Prometeia, che nella trentanovesima edizione dell'Osservatorio sul credito al dettaglio rilevano la ripresa del mercato del credito alle famiglie, confermando per il 2015 appena concluso il trend positivo iniziato già nel 2014. Merito dei bassi tassi di interesse che hanno incoraggiato la domanda e di manovre di politica e...

    Tag: euribor, interessi, quantitative-easing

    Prestiti a tasso zero per imprese di giovani e donne

    Dal 13 gennaio chi vorrà avviare una micro o piccola impresa potrà presentare domanda per ottenere prestiti a tasso zero. A disposizione ci sono 50 milioni di euro. Lo stanziamento rientra nell’iniziativa denominata “Nuove imprese a tasso zero”, che rappresenta il seguito della misura “Autoimprenditorialità, prevista dal  decreto legislativo 185/2000, Titolo I, poi modificata e aggiorn...

    Tag: credito, donne, imprese, invitalia, prestiti

    Prestiti alle famiglie: nel 2015 +13,6% e le previsioni per il 2016/17 sono ottime

    Molto bene i prestiti alle famiglie nel 2015: il mercato del credito ha infatti confermato i segnali di ripresa già registrati nella parte finale del 2014, soprattutto grazie all'aumento del reddito disponibile, ai bassi tassi di interesse applicati e ai buoni interventi di politica monetaria della BCE. Ma non è tutto: le previsioni indicano che per il biennio 2016-2017 il credito alle famig...

    Tag: banche, cessioni-del-quinto, famigilie, incremento, personale, positivo, prestiti

    Osservatorio Assofin Crif Prometeia: per i mutui tasso di default in calo e prospettive di ulteriore crescita

    Prosegue il trend di decisa crescita del mercato dei mutui immobiliari, sia nella componente dei mutui d'acquisto (+21,3%) sia soprattutto in quella delle surroghe (+780.6%). In lieve miglioramento la qualità del credito, sia per i mutui sia per il credito al consumo, che registrano flussi a doppia cifra (+13,6%), sostenuti dai finanziamenti finalizzati all’acquisto di auto e moto e da quel...

    Tag: acquisto, casa, crif, mutui, prometeia

    Dal 2016 arriva il leasing per l’acquisto della casa

    A partire dal 2016 sarà possibile anche per le persone fisiche acquistare la prima casa in leasing esattamente come si fa con le automobili. E’ quanto stabilito da un emendamento alla legge di Stabilità approvato nei giorni scorsi dalla Commissione Bilancio della Camera. Lo strumento, già utilizzato per gli immobili non residenziali, e le cui modalità di attuazione devono ancora essere d...

    Tag: affitto, banche, canone, giovani, leasing, mutui

    Legge concorrenza, polizze sganciate dai mutui

    La legge concorrenza a piccoli passi prova ad avanzare. Scade venerdì prossimo il termine per la presentazione degli emendamenti dei gruppi parlamentari in commissione Industria al Senato. I relatori, Luigi Marino (Ap) e Salvatore Tomaselli (Pd), si prenderanno più tempo, scavalcando la pausa natalizia, ma qualche idea sulle priorità di lavoro è già maturata. Assicurazioni e banche È il ca...

    Tag: assicurazioni, banche, ivass, mutui, polizze, tutela

    Bankitalia: frena la crescita delle sofferenze, in calo i tassi sui mutui

    Seppur rimanendo a livelli preoccupanti, ad ottobre frena la crescita delle sofferenze bancarie. A dirlo è il bollettino mensile di Bankitalia, che scatta una fotografia del mercato del credito in un momento di grande tensione dopo il decreto salva banche. La nota registra anche una diminuzione dei tassi di interesse applicati ai mutui. Secondo il bollettino di Bankitalia, il tasso di crescita s...

    Tag: bankitalia, mutui, sofferenze, tassi

    Mutui, le banche spingono sul fisso ma è davvero la soluzione migliore?

    In Italia si tornano a comprare case (il 2015 dovrebbe chiudersi con 445mila contratti, il 6% in più dello scorso anno) e le banche tornano a stipulare mutui (+94% nei primi 10 mesi dell’anno secondo l’Abi). È evidente - vista la sproporzione tra le due percentuali - che il mercato dei mutui quest’anno è stato trainato in particolare dalle surroghe, ovvero da quelle operazioni con cui si ...

    Tag: euribor, mutui, tasso-fisso

    La domanda di mutui rimane vivace (+42,4% nel mese di novembre) ma l'importo medio continua a diminuire

    Bologna, 9 dicembre 2015 ​Anche nel mese di novembre appena concluso la domanda di mutui ipotecari da parte delle famiglie italiane ha fatto registrare una crescita sostenuta (+42,4%) rispetto al corrispondente mese del 2014, che a sua volta aveva fatto segnare un +21,1% rispetto all’anno precedente. ​Di seguito sono riportate le variazioni percentuali mensili - in valori ponderati, ...

    Tag: crif, mercato-del-credito, mutui, tassi

    +1,7% la domanda di prestiti

    Dopo una fase di grande difficoltà, coincisa tra l’inizio del 2009 e la metà del 2014, si consolida pertanto la ripresa della domanda di credito da parte delle famiglie, spinta dai miglioramenti dello scenario economico e dalla crescente fiducia che ne consegue. Di seguito sono riportate, in tabella e in forma grafica, le variazioni percentuali mensili relative al numero delle domande di pr...

    Tag: aumento, crif, incremento, positivo, prestiti