Le trappole dietro i finanziamenti e cessioni del quinto. Soldi trattenuti all’insaputa dei clienti - Mutui: aumentano dell’11,5% gli importi erogati - Bankitalia: prestiti in aumento e sofferenze in calo - Mutuo: nel tasso soglia anche le penali previste in caso di risoluzione - Obbligo Enasarco per i Collaboratori dei Mediatori Creditizi - Lombardia: meno prestiti a imprese, crescono sofferenze banche - Fitch: insolvenze mutui ai minimi degli ultimi 8 anni in Italia - Banche, il ritorno dei mutui al 100%. Ma bisogna pagare tassi più alti - Istat: i mutui sostengono la ripresa immobiliare (+17% nel 2016) - Prestiti. Ecco le regole d’oro per non finire nei guai

Sospensione Mutui: attenzione al calcolo degli interessi!!!

In questi ultimi anni sono state varate varie leggi che riguardano la sospensione del pagamento delle rate del mutuo, però nessuna di queste chiarisce con esattezza come devono essere calcolati gli interessi delle rate sospese alla ripresa regolare dei pagamenti, lasciando libere le banche di interpretare come meglio credono le normative e chiaramente sempre a loro favore.Fortunatamente grazie a una recente decisione dell’ ABF (arbitro bancario finanziario), presa in seguito a un ricorso effettuato da un mutuatario che riteneva errato il calcolo degli interessi nel periodo di sospensione del mutuo, siamo finalmente riusciti a fare chiarezza su questo fondamentale argomento: in caso di sospensione del mutuo secondo le normative del Fondo di solidarietà, del Piano Famiglie, o delle sospensioni disposte per legge come quelle per il terremoto dell’Abruzzo, o dell’Emilia, gli interessi vanno calcolati esclusivamente sulle quote capitale delle rate sospese e non sull’intero capitale residuo.

Ricordo brevemente quali sono le normative che riguardano la sospensione dei mutui:

- Fondo di solidarietà che prevede l’intervento della Consap (per i casi di morte, handicap grave o condizione di non autosufficienza, perdita del posto di lavoro a tempo determinato o indeterminato o dei rapporti lavorativi);

- Piano famiglie, frutto di un accordo tra l’Abi e le associazioni dei consumatori, rinnovato nel 2013 per la quinta volta consecutiva (per i casi di morte, perdita dell’occupazione, insorgenza di condizioni di non autosufficienza, ingresso in cassa integrazione);

- Sospensioni disposte per legge come è accaduto a seguito del grave sisma che ha colpito l’Abruzzo il 6 aprile 2009 (articolo 5, comma 3, Dl 39/2009, convertito dalla legge 77/2009) o il terremoto dell’Emilia (articolo 9, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212)

Vediamo come si sono svolti i fatti e quali sono le conclusioni dell’ABF nella Decisione N. 3257 del 14 giugno 2013 del collegio di Roma.

Un mutuatario dell’Aquila in seguito al terremoto aprile 2009, decide di sospendere il pagamento delle rate del mutuo ventennale di 60.000 euro a tasso fisso del 4,59% in virtù del d.l. n. 39/2009, conv. in l. 2009, n. 77. Il mutuo rimane sospeso grazie anche alle proroghe decise dal governo fino al 05/07/2010, alla ripresa dei pagamenti regolari delle rate la banca gli comunica che avrebbero prelevato gli interessi maturati nel periodo di sospensione, quantificati in euro 2.481,03 che corrisponde all’interesse contrattuale (4,59%), applicato al capitale residuo (che risultava essere di euro 46.330,66).

In pratica a fronte della sospensione del pagamento di rate per euro 5.355,00, il mutuatario si vede chiedere 2.481 euro di interesse.

Il mutuatario sostiene di non essere stato messo al corrente che nel periodo di sospensione sarebbero maturati gli interessi sull’intero capitale residuo e che se lo avesse saputo avrebbe rinunciato alla sospensione del mutuo e avrebbe chiesto un prestito di 5000 euro ad un’altra banca.

La banca ovviamente fa tutte le sue obiezioni ma l’ABF accoglie il ricorso e si trova a dover dare una risposta ai seguenti questiti:

 A cui ABF risponde e stabilisce in questo modo:

Riguardo al punto a), è chiaro che sulle somme non ancora riscosse la banca ha tutto il diritto di richiedere gli interessi se la legge non dice niente in contrario, ne si può contestare il fatto che la banca non abbia comunicato al cliente che avrebbe dovuto comunque pagare gli interessi, tranne forse una mancanza di trasparenza.

Quanto alla questione b), poichè gli interessi “di sospensione” vengono aggiunti a quelli contrattuali già calcolati nell’importo complessivo delle rate in cui la restituzione del mutuo era stata suddivisa secondo il piano di ammortamento, fa sì che essi debbano essere calcolati sull’importo delle sole rate venute a scadenza nel periodo di spensione e non sull’intero capitale residuo, come invece vorrebbe la banca. Le rate sospese sono, infatti, collocate in coda al piano di ammortamento, che così si prolunga per una durata corrispondente. E’ vero ciò che argomenta la banca sulla propria necessità, di fronte all’allungamento dei tempi di rimborso del mutuo, di affrontare costi ulteriori di rifinanziamento, ma questi non possono, appunto, che riguardare le rate soggette a detto allungamento.

Quanto alla questione c), il Collegio ha deciso che non essendo il mancato pagamento delle rate riferibile ad un inadempimento del mutuatario, l’interesse di sospensione dovrà essere calcolato sulla sola quota capitale delle rate interessate.

Nel caso in esame, alla luce di quanto deciso dal Collegio dell’ ABF, calcolando gli interessi sulle sole quote capitale non pagate nel periodo di 14 mesi di sospensione del mutuo, il mutuatario è tenuto a versare alla banca circa 84 euro di interessi, che è una cifra ben lontana dai 2.481 richiesti

 In conclusione consiglio a tutti coloro che hanno usufruito o stanno usufruendo della sospensione delle rate del mutuo, di verificare se gli interessi che vi vengono addebitati in seguito alla sospensione sono stati calcolati tenendo conto solo delle quote capitale delle rate sospese o se al contrario vi sono stati calcolati tenendo conto dell’intero capitale residuo. Nel caso non siano stati calcolati correttamente vi invito ad effettuare un reclamo scritto alla vostra banca nel quale richiedete il ricalcolo degli interessi dovuti secondo la Decisione N. 3257 del 14 giugno 2013 del collegio di Roma dell’ABF.

Fonte: Aiutomutuo

  • Le trappole dietro i finanziamenti e cessioni del quinto. Soldi trattenuti all’insaputa dei clienti
  • Mutui: aumentano dell’11,5% gli importi erogati
  • Bankitalia: prestiti in aumento e sofferenze in calo
  • Mutuo: nel tasso soglia anche le penali previste in caso di risoluzione
  • Obbligo Enasarco per i Collaboratori dei Mediatori Creditizi
  • Lombardia: meno prestiti a imprese, crescono sofferenze banche
  • Fitch: insolvenze mutui ai minimi degli ultimi 8 anni in Italia
  • Le trappole dietro i finanziamenti e cessioni del quinto. Soldi trattenuti all’insaputa dei clienti

    Oggi approfondiamo un tema caro a molti persone che ricorrono alla cessione del quinto della propria busta paga. Il lavoratore-cliente spesso è ignaro che i costi dei finanziamenti sostenuti quasi sempre le Banche e Finanziarie non li restituiscono tramite un meccanismo perverso. Molte famiglie accedono ai finanziamenti per superare momenti di crisi nella loro gestione economica, per aiutare un ...

    Tag: abuso, banche, cessioni-del-quinto, clienti, interessi, polizze, restituzione

    Mutui: aumentano dell’11,5% gli importi erogati

    Continua il trend di crescita degli importi richiesti dai mutuatari e quelli erogati loro dalle banche; a maggio 2017, l’importo medio richiesto in Italia è stato pari a 131.112 euro, in aumento del 2,25% rispetto a dodici mesi prima. Su un campione di oltre 15.000 domande di finanziamento,  si è registrato soprattutto un significativo aumento delle somme erogate dalle banche (+11,57%)...

    Tag: mutui, surroghe, tassi

    Bankitalia: prestiti in aumento e sofferenze in calo

    Entrando nel dettaglio dei dati forniti dalla Banca d'Italia, dal 1° al 30 aprile 2017 i prestiti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono saliti del +0,8% su base annua, anche se in rallentamento rispetto al +1% di marzo. I prestiti alle famiglie, compresi anche i prestiti senza busta paga, sono c...

    Tag: banca-ditalia, bankitalia, prestiti

    Mutuo: nel tasso soglia anche le penali previste in caso di risoluzione

    Con ricorso ex art. 702 bis c.p.c, la ricorrente conveniva in giudizio l’intermediario con il quale aveva stipulato nel 2008 un contratto di mutuo fondiario per € 700.000,00. Nell’atto era prevista la facoltà per il mutuatario di estinguere anticipatamente il finanziamento, in tutto o in parte, senza corrispondere alcun compenso alla banca in relazione al periodo di preammortamento; l’es...

    Tag: mutui, penali, taeg, tassi

    Obbligo Enasarco per i Collaboratori dei Mediatori Creditizi

    Dopo il Ministero del Lavoro anche il Tar del Lazio ha confermato con sentenza numero 2698, l’obbligo di iscrizione Enasarco per i collaboratori dei mediatori creditizi, respingendo il ricorso avanzato, a nostro avviso correttamente, dalla Fiaip. Non essendo oggetto dell’argomento di oggi, non entriamo nel merito della normativa e delle differenze tra le attività compatibili a quelle del...

    Tag: mutui, penali, taeg, tassi

    Lombardia: meno prestiti a imprese, crescono sofferenze banche

    Nel 2016 i prestiti alle società lombarde hanno continuato a contrarsi, raggiungendo un nuovo minimo. Le imprese sopravvissute alla crisi hanno però proseguito il proprio processo di rafforzamento, mostrando profili di rischio più robusti. Sono diminuiti i default, ma sono tornate a salire le sofferenze delle banche originate da prestiti alle imprese. Questo è lo scenario, con tratti in chiar...

    Tag: bonomi, finanziamenti, milano, prestiti, sofferenze

    Fitch: insolvenze mutui ai minimi degli ultimi 8 anni in Italia

    Le insolvenze sui mutui ipotecari residenziali in Italia sono scese ai livelli minimi dal 2009. Il tasso annuale di default costante (Cdr) calcolato da Fitch è infatti calato nel primo trimestre di quest'anno all’1%, da un massimo superiore all’1,4%. Lo comunica l'agenzia, precisando che il Mortgage Market Index italiano di Fitch ha registrato un calo contenuto delle insolvenze in circolazio...

    Tag: banche, insolvenze, mutui, tassi

    Istat: i mutui sostengono la ripresa immobiliare (+17% nel 2016)

    Un’ulteriore conferma del buono stato di salute del mercato immobiliare arriva dai dati Istat su compravendite e mutui di fonte notarile, entrambi cresciuti del 17% nel 2016. Un dato di poco al di sotto di quello registrato dall’Agenzia delle Entrate. Secondo l’Istituto di statistica i trasferimenti immobiliari sono stati 728.817, 105.742 in più sul 2015. L'aumento dei trasferimenti...

    Tag: agenzia-entrate, credito, istat, mutui

    Banche, il ritorno dei mutui al 100%. Ma bisogna pagare tassi più alti

    Prima delle crisi non era inconsueto incappare in proposte di mutui al 100%. Le banche non facevano fatica a dire di «sì» a quei finanziamenti che coprivano l’intero valore dell’immobile da acquistare. Famiglie e giovani non avevano quindi bisogno di un capitale iniziale per comprare casa a rate. Qualcuno addirittura riusciva a strappare il 120-130% con altri 20 o 30 mila euro aggiuntivi, p...

    Tag: agenzia-entrate, credito, istat, mutui

    Mutuo casa: verso nuova convenzione

    Notizie rassicuranti per chi ha a che fare con i cosiddetti "mutui prima casa". Il periodo di transizione fra vecchia e nuova convenzione tra la Regione e gli istituti bancari, infatti, è regolato e permette ai cittadini di procedere con le proprie richieste. L'accordo del 20 dicembre scorso con le banche attualmente convenzionate (Banco di Sardegna, Banca Intesa, Unipol), prevede che la Regione...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Prestiti. Ecco le regole d’oro per non finire nei guai

    Dalla spesa per l’auto nuova, alle somme necessarie per ristrutturare casa, fino all’elettrodomestico o allo smartphone comprato a rate. Le famiglie hanno di nuovo ripreso a indebitarsi per gli acquisti o magari per concedersi qualche sfizio. Le richieste di finanziamenti personali sono tornate quasi ai livelli pre-crisi. Secondo i dati Crif, nel 2016 la domanda di prestiti è cresciuta del 7,...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Mutui, il tasso fisso torna a salire Crescono anche gli importi richiesti

    Il tempo dei tassi ai minimi storici per i mutui per privati e famiglie sta probabilmente iniziando a volgere al termine. Mentre sul fronte dei mutui a tasso variabile la situazione appare piuttosto stabile, lato mutui a tasso fisso gli indici di riferimento Irs hanno iniziato una rapida ascesa da fine settembre 2016 e hanno portato - con un ritardo di qualche mese - a una sensibile revisione a ge...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Gli obblighi in materia di antiriciclaggio: tra tutela penale e definizioni del D.Lgs 231/07

    Nel corso dell’ultimo decennio si è assistito ad un “cambio di rotta” nel comparto bancario e finanziario: se, infatti, per lunghi anni i players bancari e creditizi erano considerati un “servizio di promanazione statale” e quindi scarsamente sanzionabili in relazione ad eventuali profili di illiceità civile nell’esercizio delle attività e dei servizi contrattuali prestati alla cl...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Accelerano i mutui e rallentano le surroghe. Migliora il tasso di default

    tui ancora in crescita e tassi di default in miglioramento, nonostante la frenata delle surroghe e i tassi che segnano una lenta tendenza al rialzo. È lo scenario che emerge incrociando i dati elaborati dal consueto bollettino Bankitalia, dal 41esimo Osservatorio sul credito al dettaglio di Assofin, Crif e Prometeia e dall’Osservatorio Mutuionline.it Secondo via Nazionale, le banche a ottobre ...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Tassi esagerati sui mutui, rimborsi a 35mila famiglie abruzzesi

    Dopo vent’anni oltre 35mila famiglie abruzzesi hanno la possibilità di vedersi rimborsata dalle banche una parte degli interessi sui mutui che secondo l’Antitrust e la Commissione europea erano spropositati. Trentacinquemila famiglie solo in Abruzzo che, nel periodo tra il settembre 2005 e il maggio 2008, hanno acquistato un immobile con un mutuo a tasso variabile. Ci sono poi gli altri clien...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Fabio Rufini, dirigente vigilanza Enasarco: “La sentenza del Consiglio di Stato sugli obblighi contributivi dei collaboratori dei mediatori creditizi ha confermato principi che sostenevamo da tempo”

    Con sentenza n. 2570 del 14 giugno scorso il Consiglio di Stato ha confermato quanto statuito dal Tar del Lazio con la sentenza n.2698 del 17 febbraio 2015:“l’attività dei collaboratori dei mediatori creditizi è un’attività di promozione degli affari inquadrabile nello schema del contratto di agenzia”. Un’attività soggetta dunque all’obbligo di contribuzione Enasarco, con  buona p...

    Tag: banche, casa, convenzioni, mutui

    Verso il 2017: mutui a confronto

    Quale mutuo conviene scegliere ora in previsione del prossimi mesi del 2017? E’ un buon momento per il mercato immobiliare, che già da mesi è tornato a crescere, stimolato anche dalla discesa dei prezzi degli immobili.  Negli ultimi due anni si sono riscontrati segnali finalmente positivi, rispetto al periodo buio 2011-2013: da allora, sia la domanda sia le erogazioni alle famiglie hanno ri...

    Tag: 2017, mutui, tassi

    Tassi dei mutui ai minimi storici, ma potrebbero cominciare lentamente a risalire

    Continua il momento positivo per chi deve stipulare, ricontattare o surrogare un mutuo, con i tassi che registrano un nuovo minimo storico. È il quadro descritto dall’ultimo report di Crif e MutuiSupermarket relativo al terzo trimestre di quest’anno. Un esempio concreto? «Per una operazione di mutuo di 120mila euro, durata 20 anni, – esemplifica una nota – valore immobile 220mila euro...

    Tag: crif, mutui, tassi

    I nuovi mutui “solo interessi” per giovani e il precedente danese

    Un gentile lettore mi segnala un link dove una nota banca italiana promuove i mutui a disposizione della clientela. D’altronde il momento è propizio per chi voglia farne uno, visto che i tassi sono a un livello molto basso. I dati di Bankitalia, peraltro, certificano che i mutui alle famiglie per le abitazioni sono l’unico settore che tira nel sofferente mondo del credito, e quindi è de...

    Tag: banche, danimarca, interessi, mutui, tassi

    Crif, richieste di mutui +11,6%

    Bilancio positivo per i mutui nei primi nove mesi del 2016, con una domanda in crescita dell'11,6% rispetto all'analogo periodo del 2015 e con l'importo medio richiesto in aumento del 2%. E' quanto emerge dal Barometro Crif, analisi mensile effettuata sulla scorta di vere e proprie istruttorie formali presentate agli istituti di credito, non semplici richieste di informazioni o preventivi online...

    Tag: banche, danimarca, interessi, mutui, tassi

    Mutui: cos'è successo nel mercato del credito nel I semestre 2016

    Segnali positivi dal mercato del credito. Come evidenziato da un rapporto dell’Ufficio Studi Tecnocasa, le erogazioni sono in aumento da due anni e per il quinto trimestre consecutivo superano i 10 miliardi di euro. Un trend suffragato anche dalle performance positive riscontrate mensilmente, che vedono incrementi importanti a partire dalla metà del 2014, nonostante un rallentamento della cre...

    Tag: banca-ditalia, banche, cap, fisso, mutui, tassi, variabile

    Bce: per Cgia QE funziona poco, prestiti a imprese italiane in calo

    Il Quantitative easing (Qe) finora ha funzionato poco, in un anno e mezzo sono stati 176 i miliardi di titoli pubblici italiani acquistati dalla Bce, ma l'inflazione è a zero e nell'ultimo anno i prestiti alle imprese sono diminuiti di 26,3 miliardi. Lo afferma la Cgia di Mestre sottolineando come le aziende più penalizzate siano state quelle del Lazio e del Veneto. Dopo oltre un anno e mezzo...

    Tag: banca-ditalia, banche, cap, fisso, mutui, tassi, variabile

    Mutui, conviene fisso o variabile?

    Mutui, conviene fisso o variabile?

    Il mutuo a tasso fisso ha rotto (al ribasso) la barriera dell’1,5 per cento. Alcuni istituti offrono mutui con un Tan (Tasso annuo nominale, a cui poi aggiungere eventuali altri costi per arrivare al Taeg) sotto questa soglia. Ovviamente le offerte più aggressive riguardano anche le durate più basse (10 anni) per il semplice fatto che gli indici Irs (dal cui andamento dipende a quale tasso ver...

    Tag: banche, case, compravendite, euribor, immobili, irs, mutui, tassi

    Credito, Mutui a famiglie +1,8% su anno

    Ad agosto, secondo i dati del Rapporto mensile Abi, l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.807,6 miliardi, è nettamente superiore, di oltre 136 miliardi, all'ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.671,3 miliardi.  In lieve miglioramento, ancorché su valori prossimi allo zero lo stock dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese, co...

    Tag: credito, famiglie, mutui

    Il Mediatore di ieri, oggi e domani

    Un tempo quando ancora il mercato non era quello attuale e i mezzi di comunicazione non erano quelli odierni, a servizio delle parti che intendevano compravendere un immobile e/o un prodotto agricolo, e/o bestiame e/o altro bisognava rivolgersi al sensale di piazza. Lui muoveva il mercato mettendo in relazione le parti, conosceva tutto e tutti ed era dotato di grande carisma e capacità. Il suo u...

    Tag: credito, famiglie, mutui

    Prestiti alle imprese, aumentano le richieste online ma crollano le erogazioni

    I prestiti online diventano sempre più una realtà nel mercato del credito. E' questo che emerge dagli ultimi dati del settore. Ma, allo stesso tempo, crollano le erogazioni alle imprese (ancora positive quelle ai privati e alle famiglie). Secondo Confartigianato l'erogazione di prestiti alle imprese scendono dello 0,5% su base mensile. Se analizziamo il 2016 e, in particolare, i primi sette ...

    Tag: imprese, prestiti, web

    Mutui «esosi», mille richieste di risarcimento alle banche in Sicilia in pochi giorni

    Nel giorno in cui entrano in vigore le nuove regole sull'anatocismo bancario (interessi su interessi), supera quota mille il numero di richieste di risarcimento presentata in pochi giorni in Sicilia contro la diffusa pratica di conteggiare interessi superiori al dovuto sui mutui a tasso variabile. Nonostante la Banca Centrale Europea oltre un anno fa abbia azzerato e portato in negati...

    Tag: imprese, prestiti, web

    L'obbligo di inserimento nel Taeg del costo della polizza assicurativa nei contratti di finanziamento

    Premessa: Secondo i dati forniti da Assofin-Crif-Prometeia il credito al consumo è cresciuto, nel 2015, del 20,3% rispetto al 2014 rappresentando quindi una delle principali fonti di finanziamento attualmente in uso. Pare di tutta evidenza pertanto che la sua rilevanza nel budget famigliare Italiano è sempre più marcata e importante. Il ricorso cioè a un prestito per supplire ad esigenze imm...

    Tag: imprese, prestiti, web

    Mutui, il 75% è a tasso fisso. Come sapere se è la scelta giusta

    Mutui, il 75% è a tasso fisso. Come sapere se è la scelta giusta

    Il mercato dei mutui sta prendendo una piega verso il tasso fisso. Secondo le ultime indicazioni dei principali broker online - non distanti dalle indicazioni dell’Abi - circa 3 su 4 dei nuovi mutui stipulati (sia relativi all’acquisto di nuove abitazioni che surroghe di vecchi mutui) sono oggi a tasso fisso. Il 2016 si dovrebbe quindi chiudere con una netta preferenza per i contratti a rat...

    Tag: imprese, prestiti, web

    Mutui, segnali di rimbalzo dei tassi. Ma per gli addetti ai lavori il momento resterà d'oro

    Tassi ai minimi storici dalle Banche centrali, con l'effetto di portare verso lo zero tutti i rendimenti ma anche i parametri ai quali si agganciano gli interessi sui debiti da rimborsare. Mercato del mattone frizzante, con gli scambi che ripartono, ma prezzi ancora vicini ai minimi storici. Istituti di credito che - almeno in teoria - dovrebbero essere incoraggiati ad erogare denaro. Sembra un mi...

    Tag: banca-ditalia, mutui, prestiti, tassi